Competenze

Conoscenza, diagnosi e cura della pelle, come organo nella sua completezza, nel campo della dermatologia clinica ed estetica.

PLASMA RICCO DI PIASTRINE (PRP) E MEDICINA ESTETICA: COSA BENE SAPERE.

L’utilizzo del concentrato piastrinico (PRP - plasma ricco di piastrine) per uso non trasfusionale, in particolare nella medicina rigenerativa o in dermatologia è una pratica ormai consolidata a livello internazionale. Negli ultimi anni è cresciuta considerevolmente la pubblicità del trattamento anche nell’ambito della chirurgia estetica. Il PRP viene, infatti, indicato, dai professionisti del settore, come facilitatore nelle procedure di lipofiller, cura per le rughe, trattamento di biorivitalizzazione.

Che Cos’è:
il PRP (plasma ricco di piastrine) è un potente concentrato di fattori di crescita in grado di stimolare la rigenerazione dei tessuti.  Si ottiene grazie a una tecnica che prevede la centrifugazione del sangue autologo (cioè prelevato dallo stesso paziente) all’interno di un processo che termina con la produzione di una parte di plasma ad alta concentrazione di piastrine.
A cosa serve: 
per uso non trasfusionale, il concentrato di piastrine così ottenuto, è utilizzato
con successo, come rigenerante di tessuti danneggiati ad esempio in chirurgia maxillo-facciale e odontostomatologica, in oculistica, nella terapia di ulcere cutanee croniche.
In medicina estetica: 
in quest’ambito, l’utilizzo del PRP si è diffuso nel trattamento dei tessuti cutanei e sottocutanei per migliorare l’aspetto di aree quali ad esempio guance, zona oculare e perioculare, pieghe cutanee del collo. Il trattamento dura circa un’ora e i costi variano a seconda delle Regioni in un range che va dai 500 ai 1000 euro.
Autorizzazioni e idoneità:
è importante sottolineare che, per poter eseguire tale terapia, la struttura deve possedere l’autorizzazione all’utilizzo di emoderivati. La normativa che disciplina le procedure di terapia con PRP a scopo non trasfusionale e' stata argomentata ed approvata con un Decreto del 02-11-2015 da parte del Ministero della Salute.
Rischi per il paziente: Il trattamento con PRP non presenta effetti collaterali, E SI PUÒ EFFETTUARE IN TUTTE LE STAGIONI DELL'ANNO, cionondimeno una preparazione impropria e non conforme ai requisiti di qualità e sicurezza imposti dalla normativa di riferimento può rappresentare un rischio per il paziente. Un procedimento di lavorazione inadeguato potrebbe esporre al rischio di contaminazione batterica e/o infezioni.